5 viaggi in bicicletta ad Angkor e Siem Reap

viaggi in bicicletta a siem reap e angkor in cambogia

Hai mai pensato di andare in bicicletta ad Angkor per visitare i migliori templi del complesso? Scegliere il mezzo giusto per visitare i templi di Siem Reap potrebbe essere una scelta non così scontata. Se siete di fretta, cosa che andrebbe evitata in un posto del genere, oppure preferite una visita comoda allora il tuk tuk potrebbe essere una soluzione ideale, spesso i driver di Siem Reap sono anche delle ottime guide.

Se invece preferite l’autonomia ed il piacere della scoperta la bici fa per voi. Oltre ad Angkor sono numerose le possibilità di avventura su due rute intorno a Siem Reap, qui di seguito ne illustreremo alcune, che vi porteranno anche in luoghi non molto frequentati dai turisti.

Banteay Srey, la cittadella delle donne

Questo bellissimo tempio si trova a circa 40 km da Siem Reap, può essere raggiunto sia attraversando il sito di Angkor che direttamente da Siem Reap, ma in questo caso l’escursione perde molto del suo fascino. Una volta superato l’East Baray sarete immersi nella campagna cambogiana ed attraverserete diversi villaggi nella foresta, fino a giungere alle inconfondibili mura rosa di Banteay Srey. Il percorso non è particolarmente impegnativo, qualche saliscendi ed una sola salita più impegnativa al ritorno.

West Baray, pedalare nella giungla

Se invece volete un bel percorso difficile con tanto di tratti da ciclocross, questo è quello che fa per voi. Da Siem Reap raggiungete il West Baray superando il vecchio aeroporto, ammirate i grandi alberghi e godetevi la stradina alberata che vi porta al baray dove i cambogiani amano fare i picnic. Da qui raggiungerete un bel tempio, dopo di che sarete nella foresta, lungo i sentieri che vi condurranno alla porta occidentale di Angkor Thom. Il terreno è sconnesso quindi portatevi dei guanti da bici e siate pronti a sudare.

Tre giorni in bicicletta

Un’idea interessante è quella di partecipare ad un tour e condividere l’avventura con altre persone. Uno dei preferiti qui a Tutto Cambogia offre la possibilità di scoprire sia Angkor che i dintorni di Siem Reap. Il primo giorno 25 km per completare il piccolo circuito, il cuore di Angkor, il secondo giorno 50 km che vi porteranno al complesso di Rolous e sulle sponde del Tonlé Sap ed infine il tappone dell’ultimo giorno (70 km) verso Banteay Sreay e l’interessantissimo museo dedicato alle mine.

Phnom Krom, una gita fuori porta

Situato a sud di Siem Reap questo tempio posto su di una collina, l’unica nei paraggi, offre una grandiosa visuale della zona circostante. Lo si può raggiungere costeggiando il fiume Siem Reap oppure tramite strade più interne e sconesse, in questo caso consigliamo di passare per il Wat Athwea, immerso nella foresta. Intorno alla collina dove sorge il Phnom Khrom si possono visitare diversi villaggi ed un imponente tempio dorato. Meno di 10 km da Siem Reap per tuffarsi nella Cambogia più rurale.

Avventure in città

Pedalare a Siem Reap può dare grandi soddisfazioni. I luoghi di notevole interesse da raggiungere sono molti, come il parco della residenza reale oppure i numerosi templi. Sulla sponda orientale del fiume Siem Reap si possono visitare in serie il Wat Damnak, il Wat Bo, il Wat Polanka, il Wat Preah An Kau Saa ed il Wat Preah An Kau Sai. Verso l’aeroporto si trova invece il Wat Kesaram. Ogni tempio ha caratteristiche uniche, anche scoprire i quartieri e le stradine di Siem Reap vi regalerà grandi emozioni.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts